L’ASPIRANTE STRUDEL

Ho trascorso proprio una bella domenica con la mia famigliola. Non pioveva e gia’ questo rende la giornata migliore e, dopo una settimana pesante al lavoro, non c’e’ niente di meglio del giorno di festa per dimenticarsi un po’ delle seccature e ricaricarsi di energia.

Ad un certo punto mi sono venute in mente le mie nonne: due scuole opposte sullo strudel, chi lo voleva composto da un impasto sottile, chi lo preparava come una crostata da acciambellare a forma di lumaca. Ieri volevo una lumacona, e come hanno fatto le mie nonne prima di me, mi sono messa a preparare l’impasto a casaccio.

Il risultato e’ una specie di crostata, perche’ ho tagliato troppe mele…

Ci vogliono:
La buccia e il succo di un limone
¼ tazza di zucchero di canna
1 uovo
30 g di burro ammorbidito
Circa 300 g di farina o q.b.
½ bustina di lievito
1 pizzico di sale
1 yogurt intero
3 mele rosse pelate e tagliate a fettine sottili
3 cucchiai di uvetta e pinoli, ciascuno
2 cucchiai di pan grattato
Un po’ di latte e di zucchero per la spennellatura

Si aggiunge il succo di limone alle mele, in modo che non scuriscano.
Riscaldare il forno a 180 gradi.

Si sbatte l’uovo con lo zucchero e la buccia di limone. 
Si aggiungono il burro e lo yogurt e dopo a pioggia la farina, il sale ed il lievito fino ad ottenere un impasto sodo ma morbido. 
Con l’aiuto di un po’ di farina e del mattarello si stende una sfoglia grossa. 
Si spolvera di pan grattato. 
Si aggiungono l’uvetta e i pinoli alle mele e si pongono al centro della sfoglia. 
Si piegano all'insù i bordi. 
Si spennella l’impasto di latte e si spolvera con un po’ di zucchero. 
Si inforna per 40 minuti circa, fino a quando il dolce e’ dorato e le mele sono ben cotte.

Commenti

Post popolari in questo blog

Letture ed una torta al limone

Venezia: Museo di Storia Naturale