CIAMBELLA SALATA

Sabato era il compleanno della mia “dolce” meta’ (tra virgolette perche’ l’ho appena sentito al telefono e prima di pranzo il contenuto di dolcezza e’ limitato, eh? Cosi’ mi alieno l’unico lettore, ma bisogna correre dei rischi nella vita e comunque so che le ricette non le legge, ha ha ha).

Poverino gli ho sfornato una ciambella marmorizzata bruttissima! Scusa amore! Lui che e’ un gentiluomo se l’e’ mangiata comunque. L’avevo pure bruciacchiata orribilmente.

Poi i miei disastri culinari non sono finiti: ho messo troppo lievito nella macchina del pane ed il panetto e’ esploso!

Per fortuna che con la ciambella salata e’ andata meglio…E' liberamente ispirata da questo post di paperblog

Ci vogliono:
200 g farina manitoba
300 g farina 0 o q.b.
2 bicchieri di acqua tiepida
3 cucchiai di olio d'oliva
1 cubetto di lievito di birra (io ero di fretta, magari chi ha tempo puo’ usarne di meno e lasciare lievitare di piu’ l’impasto)
1 cucchiaino di sale
100 g di salame
1 mozzarella da pizza
Olio per lo stampo

Come si fa:
Si olia lo stampo a ciambella (nel mio caso il fornetto versilia).
Si scioglie il lievito nell’acqua, si aggiunge un po’ per volta la farina manitoba mescolando con un frustino. Si aggiunge il resto della farina, il sale e l’olio, prima rimestando con un mestolo e poi con le manine infarinate. L’impasto deve essere morbido ed ancora un po’ appiccicoso. Si lascia lievitare per due ore.
Dopo si stende una sfoglia di circa 50 cm  per 40 cm. Si spargono sopra il salame e la mozzarella a pezzetti.
Si arrotola dal lato lungo e si sposta nello stampo e si spennella con un po' d'olio. Si lascia lievitare un’altra oretta.
Si cuoce prima 5 minuti a fiamma alta, poi altri 45 minuti a fiamma bassa (nel forno tradizionale per 45 minuti a 190 gradi o fino a quando e’ dorato).

Meraviglioso!!! Anche se, riguardandolo ora, devo dire che non e' molto fotogenico...ma gli abbiamo voluto lo stesso un gran bene :-)

Ciambella salata 2.0 (9.12.2013)

La prima e' stata un tale successo, che mia madre ne ha pretesa un'altra. Abbiamo aumentato la dose del salame a 150 g perche' qualcuno si era lamentato che il salame non l'aveva neanche visto...

Commenti

Post popolari in questo blog

Letture ed una torta al limone

Venezia: Museo di Storia Naturale