TORTA AL LIMONE


E’ da un po’ di tempo che volevo fare una torta al limone. Ho deciso di provare questa ricetta che ho trovato nel blog di photisserie

Il risultato e’ ottimo! Da una grande soddisfazione mentre la si prepara e pure mentre la si mangia. Il momento migliore per consumarla e’ poco dopo sfornata, quando si e’ intiepidita ed ha ancora tutta la sua sofficita’.

L’ho leggermente modificata, riducendo zucchero e burro (i sensi di colpa, perche’ so che siamo dei golosoni a casa) pero’ se la dovessi offrire ai famosi ospiti, manterrei le proporzioni originali


Servono:
2 limoni non trattati
3 uova
100 g zucchero (200 g nella versione originale)
100 g yogurt
200 g farina
½ bustina di lievito
1 pizzico di sale
50 g di burro fuso (75 g nella versione originale)
Per la bagna:
50 g di acqua
50 g di zucchero
Stampo tondo da 20 cm (io ho usato una teglia da plum cake, quella ho) imburrata o foderata di carta forno, forno a 180 gradi
1 cucchiaio di succo di limone (3 nella versione originale, che ho rispettato ma…se ve la mangiate tutta tra dopo cena e colazione fa venire un po’ di acidita’…)

Grattuggiare la buccia dei limoni. Spremerne il succo per la bagna.
Setacciare la farina con il lievito
Sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere il sale, la scorza del limone e la miscela di farina poco per volta. Da ultimo il burro fuso.
Versare l’impasto nella teglia e cuocere a 180 gradi per 50-60 minuti, controllando con il consueto stecchino la cottura.

Nel frattempo sciogliere lo zucchero nell’acqua in una casseruola portando il composto ad ebollizione. Aggiungere il succo di limone. Lasciar raffreddare e, una volta sfornata la torta, versare la bagna sul tortino. Quando la bagna e’ stata assorbita, si può togliere il tortino dalla teglia e gustarselo per bene.


Chi vuole puo’ metterci sopra delle spettacolari fettine di limone candite, ma io non sono molto per i canditi ne’ per gli spettacoli. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Letture ed una torta al limone

Venezia: Museo di Storia Naturale